Progetti di Servizi annata rotariana 2018-19

REALIZZAZIONE DI MAPPE VISIVO TATTILI

Il progetto a supporto dell’attività delle ONLUS “Lettura agevolata” e “Tactile vision” garantisce tramite la realizzazione di mappe visivo tattili, la conoscenza “per tutti”, del patrimonio storico artistico e architettonico di alcune chiese di Venezia e l’orientamento al loro interno tramite una comunicazione multisensoriale.

Il progetto nella sua interezza prevede la realizzazione di mappe di orientamento, visive e tattili, per tutte le chiese di Venezia con opere del Tintoretto. Questo ampio progetto in accordo con la Diocesi di Venezia viene avviato tramite la realizzazione di un progetto pilota, che interesserà 4 Chiese: la Chiesa di San Rocco, La chiesa di Santo Stefano, la Chiesa di Santa maria del Giglio e la Chiesa di San Moisè.

La creazione di mappe tattili delle Chiese di Venezia è il primo passo verso la costituzione di una banca dati, a libero accesso per i non vedenti, in cui potranno confluire tutti i documenti grafici redatti con caratteristiche tali da poter essere stampati a carattere braille.

Il Rotary club Venezia come promotore dell’iniziativa cercherà di coinvolgere anche altri Club service , anche in ambito internazionale e non solo in ambito Rotary.

 

CARTOLINE VISIVO TATTILI (in fase di studio)

Correlato al service precedente è allo studio la possibilità di produrre delle cartoline visivo-tattili per I principali edifici religioso del mondo, senza vincoli di religione, allo scopo di autofinanziare il progetto delle Mappe Visivo Tattili.

Le ‘cartoline visivo tattili’ sono delle immagini del formato tradizionale delle cartoline, (circa 10 cm x 15 cm) che sono anche stampate a rilievo per la lettura BRAILLE.

 

UNESCO – service con programma Triennale

Avviato nell’anno rotariano 2016/17 questo service è svolto nell’ambito delle attività interdistrettuali con l’obiettivo di promuovere e diffondere i valori UNESCO.

Il service si colloca nell’ambito dell’iniziativa "CITTA'STORICHE PATRIMONIO DI PACE", promosso nell’anno rotariano 2012-2013 dal Rotary Clb di Urbino.

I soci del RC Urbino ispirati dalla Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale e naturale mondiale, firmata dagli Stati membri dell’UNESCO e dal motto dell’allora presidente Internazionale Sakuji Tanaka che faceva esplicito riferimento alla costruzione della Pace attraverso il servizio, organizzarono il convegno Unesco città storiche, patrimonio di pace, a cui furono invitati i Rotary Club dei centri storici Siti Unesco.

Il convegno si proponeva di creare una sinergia e una collaborazione tra i Club Rotary per perseguire alcuni scopi comuni.

Al termine del convegno, fu proposta ed approvata dai partecipanti al convegno la cosiddetta Dichiarazione di Urbinoche indicava gli impegni dei  Rotary Club delle città e centri storici Unesco.

Fu stabilito che sarebbero stati organizzati degli incontri internazionali a cadenza biennale e negli anni intermedi degli incontri preparatori.

Il Rotary di Venezia ha stipulato una convenzione con l’Università di Architettura sulla base della quale è stato avviato un programma di studi sul tema “Quale illuminazione per I centri storici siti Unesco: il caso di Venezia e la sua laguna”, che prevede la pubblicazione della miglior tesi sul tema indicato. L’esito della ricerca finanziata dal Rotary sarà illustrato nel convengo internazionale organizzato dal Rotary di ZAMOSC, in aprile 2019.

Nel corso dell’anno si valuterà la possibilità di sviluppare anche iniziative collegate al tema principale dell’incontro di Zamosc che si intitola: “La sinergia in architettura nel rispetto per le città storiche dichiarate dal UNESCO Patrimonio del Umanità

 

PREMIO ECCELLENZE A SERVIZIO DELLA COMUNITA’

Il premio è l’estensione del premio alla professione che il Rotary di Venezia assegna annualmente a partire dal 1974.

Con l’obiettivo di diffondere i valori del Rotary Club è stato predisposto un progetto che coinvolge 10 club dell’area 3 del Distretto 2060, e prevede la PARTECIPAZIONE ATTIVA della comunità di riferimento del Club. Si tratta infatti di un bando a cui verrà data evidenza pubblica e con partecipazione a titolo gratuito. Saranno premiate i professionisti, rigorosamente non rotariani, che nell’ambito di 10 categorie professionali indicati, avranno svolto la loro attività rispondendo ai principi di etica rotariana.

Il successo dell’iniziativa dipende dalla partecipazione (risposta) al bando: sarà quindi l’impegno dei soci dei vari club tramite l’attività di promozione che potrà garantirne la diffusione. Nostro obiettivo è il coinvolgimento di un ampio numero di soci all’interno di ogni Club che possano impegnarsi nella promozione dei valori dell’etica rotariana e contemporaneamente un aumento della conoscenza del Rotary Club e dei valori su cui si fonda in ambito non rotariano.

 

‘LEGGERE LA CITTA’ ’

Progetto realizzato in collaborazione con Inner Wheel Club Venezia per l’anno sociale 2018/19 e finalizzato a costruire una proposta di lettura della trasformazione della città che possa fornire strumenti utili a costruire una idea di futuro.

Sono quindi previsti una successione di incontri per riflettere insieme alla cittadinanza sul destino sociale ed occupazionale del territorio basato sulla lettura del presente.

Il racconto della ‘rigenerazione’ di alcuni edifici sarà fatto tramite le voci dei principali attori dei cambiamenti, e sarà lo spunto per parlare, in un convegno finale, di obiettivi, di regole, di attese, di futuro.

L’iniziativa “Leggere la città” vuole quindi continuare ad essere, parafrasando Henry James, un servizio ed un atto d’amore per la nostra Città.

Fasi del progetto

1.fase di analisi luglio 2018/aprile 2019

- eventi pubblici di illustrazione ed eventuale visita in loco di 4/6 esempi di ‘rigenerazione’ ovvero di trasformazione funzionale di edifici veneziani

- ascolto riservato, in sede di caminetto rotariano, di stakeholders e portatori di esperienze gestionali e/o amministrative della città

- raccolta dati su trasformazioni, impatto delle trasformazioni nel contesto urbano, raccolta di testimonianze dei cittadini.

2. fase del confronto: convegno /tavola rotonda, maggio 2019

Al termine dell’analisi dei singoli casi studio sarà organizzato un incontro conclusivo a carattere multidisciplinare (economico-antropologico/sociale-di sostenibilità), che a partire dagli interventi analizzati possa svolgere una riflessione più ampia su regole di riferimento e aspettative dei cittadini, anche alla luce delle direttive Unesco sulla sostenibilità delle trasformazioni dei centri storici.

Il convegno finale, si riallaccia alla serie di convegni curati dal Rotary nell’anno 2008/2009, “5 idee per Venezia” (http://venezia.rotary2060.eu/images/5idee.pdf ). Gli esiti degli incontri saranno raccolti in un documento di sintesi.

 

PROGETTO SUD AMERICA -costruzione di un Global Grant

Sono stati avviati dei contatti per la costruzione di un progetto di Global Grant con il sud America, per la fornitura di apparecchi medicali con relativo programma di istruzione per l’uso degli apparecchi, che vedrà la conclusione nel prossimo triennio.

 

PREMIO DI ARCHITETTURA “Architettura come Servizio”

In accordo con il Club Valsugana stiamo iniziando a programmare un “concorso di idee”, che possa promuovere iniziative di architettura a servizio della Comunità. L’obiettivo temporale potrebbe coincidere con giugno 2020, in coincidenza con la 17esima Biennale di Architettura di Venezia.